Blog

BlogCharme, gusti autentici ed emozioni slow sospese tra terra e cielo
Charme, gusti autentici ed emozioni slow sospese tra terra e cielo

Charme, gusti autentici ed emozioni slow sospese tra terra e cielo

Charme, gusti autentici ed emozioni slow sospese tra terra e cielo immerso nel silenzio della campagna gallurese, a pochi minuti dal mare della Costa Smeralda. Un luogo dell’anima, un elogio alla lentezza e ai piaceri, ideale per una vacanza di coppia dove scoprire, guidati da un’eclettica cuoca e cookteller che serve piatti sorprendenti, le mille sfumature dei gusti sardi più autentici, tutto decisamente farm to table. Tra un cocktail-à-porter a bordo piscina e le specialità selezionate da Slow Food Gallura, è la meta ideale dove concedersi una pausa nel bello, circondati dai profumi del giardino e dalla sottile ricercatezza che caratterizza lo stile unico della struttura. A conduzione famigliare, quest’anno festeggia 10 anni di attività.

A Golfo Aranci, in Sardegna, sospeso tra il mare e la campagna della Gallura, in un incantevole giardino mediterraneo che raccoglie più di cento tipologie di piante, Albero Capovolto è l’ex casa di famiglia di Alessandro Israelachvili, mente creativa della struttura, che l’ha trasformata in un “Sardinian hideaway” dal fascino sussurrato, che conserva gelosamente il calore domestico e l’amore per la Sardegna più autentica. Ospita solo 7 camere e suite, tutte matrimoniali e perfette per una vacanza di coppia, garanzia di un servizio realmente tailor made.

Quest’anno Albero Capovolto celebra ben 10 anni di attività: un viaggio stimolante fatto di continue evoluzioni, di scoperte e di incontri, un traguardo caratterizzato da una forte consapevolezza e da un amore incondizionato per il territorio sardo.

Amore che si riscontra già negli interni di Albero Capovolto, che affascinano con un mix creativo di tessuti e oggetti appartenenti alla famiglia di Alessandro, collezionati e riadattati, che dialogano con oggetti della vita rurale e dell’artigianato sardo, tutti acquistati nei mercatini nel corso degli anni. Proprio come in un mondo capovolto, ecco quindi che gli sgabelli che usano i pastori per mungere le pecore fanno bella vista in cucina mentre le ceste per la raccolta delle uova vengono utilizzate per il pane a colazione.

Albero Capovoltoè un luogo unico, dove ogni più piccolo oggetto, appunto, ha una storia da raccontare e dove ogni dettaglio è frutto di ricerca, fantasia, amore per il bello. Un piccolo angolo di paradiso circondato dalla quiete, dai profumi dei fiori spontanei e da un panorama che riempie l’anima.

LA BIBLIOTECA DI ALBERO CAPOVOLTO

Tra i nuovi progetti che caratterizzano il 2024 di Albero Capovolto, c’è la collaborazione con la Ilisso Edizioni, editore specializzato nel documentare e raccontare la storia e la cultura della Sardegna tra tradizione e contemporaneità. Presso Albero Capovolto sono presenti numerosi volumi, selezionati dall’immenso catalogo della casa editrice, che compongono e arricchiscono la Biblioteca di Albero Capovolto, distribuita in diversi angoli della struttura e nelle camere, per dare agli ospiti la possibilità di conoscere da vicino la storia artigianale e agropastorale dell’isola. Un modo per sottolineare l’importanza che qui viene data alla lettura e ribadire ancora una volta il legame e l’amore di Alessandro Israelachvili per il territorio e la regione che lo ospita.

IL GIARDINO E LA PISCINA

Albero Capovolto già nel suo nome vuole sottolineare ed evocare l’importanza delle proprie radici, simboleggiato da un olivastro dalla fronda ampia e accogliente, che raccoglie pensieri, sogni e stati d’animo. L’ispirazione per il simbolo proviene da un bellissimo albero che, letteralmente, abbraccia una delle suite della struttura e cattura l’attenzione osservando il giardino, che offre un’esplosione di colori e profumi diversi che cambiano in base alle fioriture e alla stagione. Uliveti e vigne ma anche alberi da frutta, arbusti e cespugli fioriti, erbe aromatiche e piante autoctone senza dimenticare, ovviamente, gli immancabili mirto ed elicriso, simboli indiscussi dei sapori e dei profumi dell’isola. Al centro del rigoglioso giardino mediterraneo, cuore di Albero Capovolto, c’è la scenografica piscina a sfioro, di acqua salata, con una vista impagabile sulla campagna circostante. Viene illuminata all’alba dalle prime ore di luce ed è la protagonista indiscussa del tramonto, quando il sole si specchia sull’acqua regalando uno scenario indimenticabile. Il giardino presenta diversi accoglienti angoli con sedute avvolgenti, comodi lettini dove rilassarsi, leggere, riposare o prendere un aperitivo, cullati dal verde e dall’acqua, coccolati dalle mille attenzioni di un servizio attento, mai invadente e quasi sottovoce.

SAPORI AUTENTICI: LA COLLABORAZIONE CON SLOW FOOD

Una volta arrivati qui, il pensiero è uno solo: questo posto lo porterò nel cuore. Albero Capovolto è infatti un luogo in grado di appagare tutti i sensi, dalla vista al gusto. Scoprire i sapori più genuini e autentici del territorio sardo è una delle esperienze che si possono provare in questo “nascondiglio sardo”, durante eventi privati o aperti al pubblico, con un suggestivo tramonto a fare da cornice. La cucina, in questo angolo incantato, assume un ruolo importante: è semplice, diretta, essenziale ma curata nei minimi dettagli. Coccola gli ospiti e li coinvolge con i racconti legati ai piatti e alla scelta dei sapori.

La struttura collabora attivamente e costantemente con i migliori produttori locali, grazie anche alla collaborazione con Slow Food Gallura, selezionandoli con cura per poter offrire un ventaglio di materie prime d’eccellenza, dalle farine al miele, dai formaggi alle confetture per arrivare ai vini e ai distillati con erbe autoctone. Grazie all’organizzazione di eventi enogastronomici tematici, soggiornando all’Albero Capovoltoè possibile scoprire da vicino le mille sfumature dei sapori di Sardegna, dai pani fatti con grani sardi antichi all’olio extravergine di oliva di differenti cultivar.

LA COLAZIONE

Ad accogliere gli ospiti al risveglio un ricco buffet allestito con prodotti genuini e a km 0, un’esplosione di sapori casalinghi da gustare senza fretta, prendendosi tutto il tempo necessario: frutta di stagione (che comprende diverse varietà di fichi colti direttamente dagli alberi del proprio giardino), un assortimento di pani realizzati con farine di grani sardi e lievito madre, torte e piccola pasticceria preparate giornalmente, muesli home made, marmellate fatte in casa e mieli biologici locali, yogurt magro di latte vaccino senza zuccheri né conservanti, uova fresche delle proprie galline con formaggi a latte crudo. Sul fronte delle bevande, spicca la proposta di caffè realizzati dalla torrefazione Caffè Cossu di Carbonia, nel Sulcis, e la ricca selezione di tè firmati Giusmìn Tea, dai tè neri (English Breakfast, Keemun, Golden Nepal) ai tè verdi (Sencha Fukujyu, Wu Lu) per arrivare agli aromatizzati (Earl Grey, Tè verde al gelsomino) e agli extra (Tie Guan Yin 50%, Mugicha). Per intenditori.

L’APERITIVO

Al pomeriggio, Albero Capovolto propone anche un ottimo aperitivo, un’occasione per provare le migliori cantine, birrifici artigianali e distillerie dell’isola. I cocktail sono stati studiati e selezionati per Albero Capovolto da Emilio Rocchino, premiato bartender e produttore del brand Macchia Mediterranea, tra cui spicca una ricercata selezione di gin tonic, ma con variazioni uniche, che utilizzano distillati isolani ed etichette internazionali. Anche speciali tè e tisane Giusmìn Tea vengono sfruttati come ingrediente per fantasiosi cocktail. Tra le proposte senza alcool, non mancano sfiziosi estratti a base di verdure ed erbe aromatiche, succhi di frutta e infusi.

Gli aperitivi vengono serviti, su richiesta, con un tagliere a base di formaggi: la struttura collabora con i migliori produttori di formaggi a latte crudo dell’Isola (Antica Caresi, Sinnos, Malamida, Casumandrolisai…), vera e propria espressione del territorio, e non mancano alcune originali proposte vegane prodotte in Sardegna (Veghu). I formaggi vengono accompagnati da una selezione di verdure sottolio, creme e confetture realizzate in casa, in vendita anche nella bottega di Albero Capovolto come simpatico souvenir da portare a casa propria al termine del soggiorno. A completare l’aperitivo anche diversi crostoni realizzati con grani antichi sardi del forno Madriga e dei lievitati preparati con le migliori farine di legumi e di riso dell’isola, pensate per celiaci e vegani.

Vicino alla piscina, nei pressi di un vecchio forno realizzato in pietra locale, è stato predisposto un nuovo angolo di ristoro tra gli ulivi e le erbe aromatiche, ideale per rifiatare dopo un bagno in piscina e qualche ora di sole: a disposizione degli ospiti ci sono bevande rinfrescanti, tisane infuse a freddo e ghiaccioli. Degno di nota, infine, l’originale cocktail-à-porter servito direttamente a bordo piscina.

LA CENA

Le emozioni di un soggiorno all’Albero Capovolto non possono che abbracciare l’intimo momento della cena. La seraè possibile cenare assaggiando i sapori del territorio, orditi in innovativi percorsi sensoriali, tra la suggestiva luce delle candele e gli inebrianti profumi del giardino. Attraverso la proposta di accattivanti menù sempre differenti realizzati dalla cuoca-cookteller Erica Di Paolo, ci si può perdere in veri e propri viaggi del gusto, completati dai racconti e dalle storie che faranno vivere i sapori della Sardegna in una forma inattesa e sorprendente. I menù si sviluppano in prevalenza su soluzioni vegetariane (le verdure sono sempre di stagione, sempre locali, spesso del proprio orto, in linea con il concetto di farm to table), integrate con proposte di pesce. La materia prima è prevalentemente locale e viene interpretata e declinata con creatività, in forme e sapori insoliti: Merluzzo e liquirizia, Ketchup di carote, Crema di carciofi, cioccolato bianco e pistacchi al cardamomo ne sono solo alcuni esempi.

La wine list di Albero Capovolto è stata rinnovata grazie alla collaborazione con la sommelier AIS Alessandra Corda e ospita, in prevalenza, piccole produzioni locali dalla forte identità territoriale: le etichette selezionate nascono dalla cura artigiana che i vignaioli hanno riposto nella materia prima e si abbinano alla perfezione alla proposta food. La carta predilige i vini naturali della Sardegna: qui il terroir è inteso come delicato e affascinante rapporto tra il luogo e le comunità che vi operano, e nel vino si declina nella cura del vigneto familiare, con l’adozione di tecniche rispettose dell’ambiente e delle varietà autoctone.

Albero Capovolto organizza anche corsi di cucina dedicati alla pasta fresca e ai dolci tipici. Non mancheranno serate di degustazioni con interessanti produttori locali, tra cui alcune dedicate ai vini condotte dalla sommelier Alessandra Corda con i piatti studiati dalla cuoca Erica Di Paolo con i prodotti Slow Food Gallura.

LE CAMERE

Le 7 camere e suite di Albero Capovolto,tutte matrimoniali e perfette per coppie, in origine erano le stanze della famiglia Israelachvili: dei genitori e dei loro cinque figli. Romantiche e raccolte, in stretta connessione con la natura circostante, sono accomunate dall’estrema cura per i dettagli, gli arredi e i tessuti: vecchie ringhiere di ferro sono state trasformate in testate per i letti, alcuni lavatoi sono oggi bellissimi tavolini e le tende sono state create usando stoffe e ricami recuperati dai campionari dell’azienda tessile di famiglia, nei mercatini e nei viaggi, in una costante ricerca del bello e del fatto a mano. I colori scelti creano la giusta armonia con il giardino che abbraccia la struttura e la scelta delle pietre di granito e delle travi di castagno riporta alle caratteristiche tipiche degli stazzu galluresi.

Le stanze hanno tutte dei nomi evocativi, che derivano dalle sensazioni che fanno vivere a chi vi soggiorna: si chiamano Respiro (una Master Suite di 50 mq con doppio lavabo, doppio patio vista giardino e piscina), Incanto (una Garden Suite di 40 mq con angolo relax sotto l’ulivo e vista sulla campagna), Luce (Camera Superior di 28 mq con dependance al piano terra separata dal corpo principale, accesso sul giardino), Intimità (Camera Standard di 20 mq al piano ribassato, luminosa e raccolta). L’aria, la luce e i profumi della natura inondano ogni stanza: per questo è stato deciso di non dotarle di TV. A disposizione degli ospiti c’è il wifi e una app gratuita con centinaia di riviste e quotidiani. Perché all’Albero Capovolto si legge, si contempla, si sogna.

IL TERRITORIO

Posizionato nella campagna gallurese e vicinissimo al mare, Albero Capovolto rappresenta un punto di partenza perfetto per chi desidera esplorare la Sardegna.

A cominciare dalle spiagge e dalle calette che si alternano lungo la costa della Gallura, che “disegnano” quei paesaggi unici che hanno reso l’isola famosa in tutto il mondo. Ma la Sardegna nasconde anche un entroterra prezioso e inaspettato: per questo la struttura mette a disposizione un servizio esclusivo di guida turistica privata, che potrà accompagnare gli ospiti alla scoperta di siti archeologici, centri storici, musei e artigiani, tra antichi mestieri, tradizioni locali, olivi millenari, edifici rupestri, riti e abitudini del popolo nuragico. Per organizzare al meglio i propri itinerari, anche in autonomia, Albero Capovolto offre utili mappe tematiche create appositamente per consigliare spiagge, ristoranti, agriturismi, piccoli produttori locali e borghi da visitare.

Inoltre, è possibile prenotare un tour in barca a vela, un motoscafo con skipper o gommoni a motore per un’esperienza in libertà totale tra le spiagge e le cale della Costa Smeralda, l’Arcipelago della Maddalena e le isole di Golfo Aranci.

DOVE SI TROVA

Albero Capovolto si trova a 15 minuti d’auto dall’aeroporto e dal porto turistico di Olbia, e a breve distanza da Porto Rotondo e Porto Cervo, cuore della Costa Smeralda.

Tariffe a partire da Euro 194,- a camera con prima colazione.

Close
Bk to Top