Blog

newsL’arte del bien-vivre all’ImperialartBoutique & Design Hotel
all’Imperialart Boutique & Design Hotel

L’arte del bien-vivre all’ImperialartBoutique & Design Hotel

Le giornate più lunghe accendendo la voglia di stare all’aria aperta, di godere dei piaceri dell’arte di maestri gelatai che solleticano il palato. E poi di concerti, visite guidate a magnifici giardini, serate dello shopping. Merano d’estate si accende di appuntamenti frizzanti e glamour per una vacanza ogni giorno unica.

L’Imperialart Boutique & Design Hotel a Merano (Alto Adige), con il suo inconfondibile stile che coniuga il passato con uno tocco contemporaneo e di design, si trova nel cuore chic della città.

L’estate porta con sé la voglia di godere il tempo in leggerezza, assaporando il piacere di un po’ di shopping approfittando dell’apertura serale dei negozi, passeggiando sotto i portici del XIII secolo o lasciandosi conquistare dalle creazioni dei maestri gelatai per una trasgressione golosa.

A Merano ci sono due luoghi iconici per gli estimatori del buon gelato. Entrambi da provare per decidere quale è più nelle proprie corde. In Via Garibaldi, a due passi da Piazza delle Terme, si trova la Gelateria Sabine, qui da provare oltre al gusto “Coccole di dolcezza” sono i semifreddi alla frutta o, ancora, le granite. Oltrepassato il fiume, lungo la Passeggiata Passirio, al N° 54 c’è invece la Gelateria Costantin, con una varietà di gusti realizzati con materie prime naturali uniti a passione ed esperienza. La sosta perfetta durante una passeggiata lungo il fiume.

E poi ci sono le serate ai Giardini di Castel Trauttmansdorff con gli aperitivi del venerdì sera a bordo del laghetto delle Ninfee o i concerti del Word Music Festival (dal 23 giugno al 25 agosto) con un cartellone di ospiti internazionali.

A Merano l’arte del bien vivre rende le giornate un piccolo capolavoro dove ci si misura con una nuova quotidianità fatta di leggerezza, arte e bellezza.

Atmosfere senza tempo

Al ritorno in hotel, nel cuore di Merano, ci si ritrova in un gioiello senza tempo tra oggetti di design originali del 1970 e mobili d’epoca. L’Imperialart Boutique & Design Hotel ha la prerogativa, inoltre, di essere il più piccolo hotel nel centro storico di Merano e, il4 giugno 2021, si è aggiudicato il titolo di vincitore della puntata dedicata all’«altra montagna» del celebre reality “Bruno Barbieri 4 Hotel”. Un hotel contrassegnato dall’arte dell’ospitalità discreta ed elegante, che da sempre caratterizza la famiglia Strohmer, che ha dato vita ad un concetto innovativo dell’accoglienza. Un moodnato dall’estro creativo della coppia, Alfred Strohmer e Jutta von den Benken, entrambi appassionati d’arte che hanno esaltato la storia dall’edificio con un tocco unico di modernità e designinaugurando così il primo „Hotel d’arte“ dell’Alto Adige, realizzato in collaborazione con la direttrice della galleria d’arte contemporanea „Kunst Meran/o arte“.

La realizzazione è stata affidata a 3 artisti meranesi e 1 Fashion Designer: Elisabeth Hölzl, Ulrich Egger e Marcello Jori, artisti locali di fama internazionale, che hanno operato un completo rifacimento degli interni del palazzo senza però modificare la facciata in stile Liberty del 1899 e la scalinata interna.

Nel 2020 un’ulteriore stanza è stata affidata al Fashion Designer e creativo meranese Dimitrios Panagiotopoulos, aka „Dimitri“, ex allievo di Vivienne Westwood e Jil Sander, cheinsieme all’architetto Joachim Clemens ha realizzato una stanza iper-contemporanea ma estremamente accogliente, con bagno e Boudoir dai colori neutri e fluidi con elementi del vecchio Cafè Imperial. Gli interventi di tutela della preziosa struttura, invece, sono stati affidati all’architetto Harald Stuppner che ha saputo mantenere intatto il fascino Liberty dotando il palazzo di balconi sulla parte posteriore, per consentire una full immersion nella vita meranese.

Dormire in un’opera d’arte

Le 12 stanze, che variano dai 25 ai 40 mq, sono uniche e regalano la sensazione di dormire in un’opera d’arte.

Si spazia dalla scelta del cristallo quale fonte di energia di Marcello Jori (www.marcellojori.it), nato a Merano nel 1951, tra i fondatori del „Nuovo Fumetto Italiano“ negli anni ‘80: con un cielo stellato blu notte che porta verso l’infinito dell’universo (camera 23), nella camera 11 le parti bianche con cristalli incisi creano un ambiente minimal molto elegante. L’oro della stanza 12 dona energia e grazie al soffitto altissimo si percepisce un forte senso di libertà. La camera 32, invece, è decorata con intarsi di figure misteriose e mobili dalle forme curiose. Un’enorme vasca da bagno posizionata nel centro della camera invita al relax circondati da colori e forme che inducono alla riflessione. Jori firma le camere 11, 12, 23 e 32.

Elisabeth Hölzl, nata a Merano nel 1962 (www.elisabethhoelzl.com) ha studiato all’Accademia d’arte di Bologna e ha lavorato a New York e all’Havana; ha voluto ispirarsi a tre edifici meranesi del secolo scorso, il Cafè Imperial, l’Hotel Bristol degli anni ‘50 e le vecchie terme di Merano degli anni ‘70, abbinandoli a soluzioni di design moderno. Nella camera 31 si trovano, per esempio, gli sfarzosi arredi originali dell’ex Hotel Bristol insieme a una contemporanea parete in calcestruzzo a facciavista (priva di intonaco) che contrasta con l’insieme retrò dell’ambiente, reso attuale da una vasca Jacuzzi. Amante dei luoghi segnati dalla fugacità, nella camera Imperial combina le „tulip chair“ di Eero Saarinen, originali dell’epoca, alle moquette morbidissime dai toni rossi, lilla e rosa. Le vecchie terme di Merano, invece, rivivono nella Penthouse Suite con poltrone degli anni ‘60, una carta da parati che riproduce il lampadario in vetro di murano della vecchia sala conferenze e una vasca Jacuzzi sulla terrazza con vista sulle Terme di Merano. Hölzl firma le camere 21, 31 e 41.

Ulrich Egger, nato a San Valentino alla Muta nel 1959, (www.ulrichegger.com) ha concluso i suoi studi di scultura presso l’Accademia di Belle Arti a Firenze e si presenta con un design industriale puntato sul legame fra arte e architettura. Nelle camere da lui progettate si miscelano quindi immagini artistiche e materiali come ferro, filo e legno. Ogni stanza ha una particolare attenzione alle luci e alla sua funzione di trasportare l’oggetto che la contiene in arte che porti la mente a spaziare. L’esterno permea l’interno sia con fotografie sia con immagini reali che permettono di raggiungere mondi lontani. Sulla terrazza panoramica del Paradise-Loft 42 si trova, inoltre, un angolo relax con grande vasca Jacuzzi, sdraio per prendere il sole e vista senza pari a 360° su Merano. Egger firma le camere 22, 24, 33 e 42.

Altro punto a favore di questa straordinaria location è quello di trovarsi a due passi, letteralmente, dalle Terme Merano, alle quali gli ospiti hanno ingresso illimitato come anche alla galleria contemporanea Merano Arte.

Prezzi da Euro 198.- a notte per due persone e colazione presso CoffeeArt.

Contatto della struttura:

Corso della Libertà 110
I-39012 Merano / Italia
+39 0473 23 71 72
info@imperialart.it
www.imperialart.it

IMMAGINI IN ALTA RISOLUZIONE

Contatti



    Close
    Bk to Top