Blog

BlogLa vivace primavera di Vienna è tutta da vivere all’aperto

La vivace primavera di Vienna è tutta da vivere all’aperto

Musica, Pop Art, la natura in fiore dei parchi: la vivace primavera di Vienna è tutta da vivere all’aperto. È la meta perfetta per un viaggio tra cultura e relax a un’ora di volo dall’Italia. Tra meravigliose passeggiate nella natura più bella che si risveglia al Prater o al giardino di Schönbrunn, le novità da vivere e provare nelle prossime settimane a Vienna sono tante: dal Concerto notturno alla Maratona podistica, dall’attesissima mostra Roy Lichtenstein all’Albertina fino al Wien Museum, che riapre ufficialmente le porte. Il punto di partenza più “in” della capitale austriaca è Hotel Beethoven Wien. A pochi minuti dall’Hotel Beethoven Wien – Vienna ci si immerge negli hot-spot della capitale: situato proprio nel cuore della città, è il punto di partenza perfetto per viversi al meglio la primavera viennese.

Il fascino senza tempo dell’antica capitale asburgica cattura i visitatori con i suoi giardini, le facciate imponenti dei palazzi, la ricchezza di spazi espositivi e tanti appuntamenti. Vienna conserva con orgoglio castelli imperiali e dimore nobili, chiese barocche, edifici moderni e palazzi Jugendstil. E accosta l’eleganza dei suoi storici caffè ai musei votati all’arte contemporanea, locande tradizionali a nuovi ristoranti. Condensatore di arte e bellezza senza tempo, “la città più vivibile del mondo” ammalia chi non la conosce e continua a stupire anche chi ci ritorna.

La capitale austriaca sfodera non solo splendide testimonianze del passato, come lo storico castello di Schönbrunn, la Cattedrale di Santo Stefano e la Cripta dei Cappuccini, ma è anche meta di tendenza.

Punto di partenza superlativo per vivere al meglio tutti gli appuntamenti primaverili di Vienna è l’Hotel Beethoven Wien, nel cuore glamour della città, che ospita uno dei Bar più in voga oltre a camere e Suite uniche, espressione dell’amore per la città della sua proprietaria, Barbara Ludwig. Uno dei plus dell’Hotel Beethoven Wien è sicuramente la sua posizione: centralissima. Siamo nel quartiere di Mariahilf, dove si incontrano architetture firmate da nomi celebri come Joseph Maria Olbrich, Otto Wagner e Josef Hoffmann. Tutti i principali musei della città sono a portata di mano: il MuseumsQuartier, il Teatro dell’Opera, il Museo della Secessione, il Wien Museum e l’Albertina. E poi il fascino del Naschmarkt, il mercato più famoso di Vienna, dove si possono acquistare generi alimentari provenienti da tutto il mondo.

A tutto ciò si aggiunge che l’Hotel Beethoven Wien è uno dei design-hotel più popolari in città, per il suo fascino bohémien e glamour. L’elegante edificio a sei piani, costruito in stile neorinascimentale nel 1902, che si affaccia sulla silenziosa Papagenogasse, nella sua lunga vita è stato una casa di tolleranza, oggi trasformata dalla proprietaria Barbara Ludwig in un hotel di design di grande charme e personalità. Ogni camera racconta una diversa storia della città. Ogni piano, infatti, è dedicato a un tema legato alla tradizione e alla cultura viennese: i caffè letterari viennesi (primo piano), la Secessione (secondo piano), la musica e Ludwig van Beethoven (terzo piano), il teatro (quarto piano), personaggi celebri di Vienna (quinto piano), audaci donne viennesi di fine secolo (sesto piano).

Per un aperitivo o un cocktail ci si dà appuntamento al pluripremiato Bar LVDWIG. È un luogo per intenditori e amanti del design: regno della barwoman Isabella Lombardo, tra le proposte, accanto ai più celebri drink internazionali, si possono gustare cocktail che raccontano la storia di Vienna e altri dedicati ad opere musicali. Recentemente il Bar Lvdwig è diventato anche Dinner Club, dove lo chef Luca prepara gourmandise dalle 18 alle 22. Il Bar LVDWIG è aperto per tutta la giornata.

L’accoglienza diventa così un viaggio, anzi di più, un’esperienza: Barbara Ludwig, autoctona viennese, parla italiano ed è una straordinaria “insider”, una guida culturale e culinaria preziosa. Con la sua presenza discreta, per i suoi ospiti, è un’inesauribile fonte di informazioni sugli eventi da non perdere e gli indirizzi giusti. Quest’anno, per esempio, è particolarmente ricco il calendario di eventi per gli amanti della musica, del verde, della cultura ma anche dello sport e del bon vivre, che scandisce i giorni e soprattutto i weekend di primavera. Vediamone alcuni.

Mercatino di Pasqua al Castello di Schönbrunn

In fatto di mercatini nessuno batte l’Austria. Anche a Pasqua. Colorate bancarelle dove trovare oggetti dell’artigianato artistico austriaco, dolcetti e altre golosità della tradizione.

A Vienna, dal 16 marzo al 2 aprile (dalle 10 alle 18), proprio di fronte al Castello di Schönbrunn, va in scena il mercatino di Pasqua, considerato uno dei più romantici del paese.

Settantacinque espositori presentano decorazioni pasquali, articoli di artigianato, coniglietti di marzapane, uova di cioccolato, dolci tipici e decorazioni floreali pasquali, con l’accompagnamento della musica jazz e tanto divertimento per i più piccoli. Negli stessi giorni piazza Freyung, una delle più belle del centro storico, accoglie il mercato di Pasqua della Vecchia Vienna con la più grande montagna di uova pasquali dipinte d’Europa (oltre 40.000).

I nuovi indirizzi della cultura: Wien Museum e House of Strauss

Riaperto ufficialmente al pubblico dopo anni di ristrutturazione, il Wien Museum sulla  Karlsplatz – a 10 minuti dall’Hotel Beethoven Wien – porta di ingresso al quartiere popolare di Gußhausviertel sul Wieden e il cui simbolo è la chiesa barocca di San Carlo, accoglie i visitatori (l’accesso è gratuito per l’esposizione permanente) in bellissimi e luminosi spazi distribuiti su tre livelli con installazioni interattive e oltre 1700 oggetti che ripercorrono la storia di Vienna, dal Neolitico a oggi. Il piano sospeso, invece, è dedicato a mostre temporanee, fra cui “Secession. Klimt, Stuck, Liebermann”, in programma dal 23 maggio 2024.

Indirizzo d’obbligo per gli amanti della musica da operetta e del valzer viennese è il museo dedicato a Johann Strauss II (il figlio del celebre compositore e direttore d’orchestra austriaco), alla sua dinastia e alle storiche serate di ballo e concerti dell’epoca. Nella struttura del 1837 nel quartiere Döbling è stata recentemente inaugurata la nuova House of Strauss, un’esperienza immersiva totalmente realistica in circa 2mila metri quadri di ambienti accuratamente restaurati.

Roy Lichtenstein. A Centennial Exhibition: l’icona della Pop Art all’Albertina

Una delle mostre più attese dell’anno va in scena all’Albertina (fino al 14 luglio) e rende omaggio al maestro della Pop Art in occasione del suo centesimo compleanno, riunendo oltre 90 dipinti, disegni e sculture da prestigiose collezioni private e istituzioni come il MoMa e il Whitney Museum di New York o la National Gallery di Washington, per offrire ai visitarori un viaggio completo nella creatività di uno degli artisti più influenti del XX secolo, tra iconici capolavori e opere ancora poco note al grande pubblico.

Festival del Gin, Maratona di Vienna e pic nic sul Prater

In continua evoluzione tra tradizione e modernità, Vienna non smette mai di stupire anche dal punto di vista del gusto, dello sport e della natura.

Il 3 e 4 maggio va in scena il Vienna Gin Festival con più di 50 espositori, degustazioni, seminari, e tanta musica. Il festival si svolge nello straordinario Semperdepot, un immenso deposito e atelier appartenente all’Accademia delle belle arti viennese.

Per i più sportivi, il 21 aprile 2024 è in programma la tradizionale Vienna City Marathon, con migliaia di corridori che attraversano la Reichsbrücke passando davanti ai prestigiosi edifici imperiali.

Oasi di relax, con la natura che si risveglia mostrando tutta la sua bellezza, il Prater di Vienna non ha bisogno di presentazioni: su un’area di sei milioni di metri quadrati i prati, i boschi e i corsi d’acqua creano un ambiente ideale per passeggiate rilassanti, escursioni tonificanti, jogging, lunghi giri in bicicletta o un pic nic.

Un’elegante notte di musica nel Parco della Reggia di Schönbrunn

È l’ensemble fra i più famosi al mondo e ogni anno regala una notte romantica alla sua adorata città: il 7 giugno 2024 l’Orchestra Filarmonica di Vienna dedica ai viennesi il Concerto di una Notte d’Estate, una serata di musica straordinaria (solitamente seguita da almeno 100.000 spettatori) in una splendida cornice, il Parco della Reggia di Schönbrunn. Il palcoscenico viene rivolto verso la reggia, allestito davanti alla Fontana di Nettuno. L’esibizione inizia al crepuscolo e i meravigliosi giardini barocchi che, con il palazzo, fanno parte del Patrimonio culturale mondiale Unesco, diventano l’originale platea.

Contatti

Hotel Beethoven Wien ****
Papagenogasse 6, 1060 Vienna (AUSTRIA)
Tel.: +43 (1) 58744820 | info@hotelbeethoven.at | www.hotel-beethoven.at

Close
Bk to Top